contributo dispositivo anti abbandono

Contributo dispositivo antiabbandono: bonus statale

Lo stato italiano, attraverso il decreto fiscale, ha previsto un fondo per erogare dei bonus di acquisto per i dispositivi antiabbandono.
Per il 2019 sono stati istanziati 15 milioni di euro, per il 2020 un milione di euro.

“Il pagamento degli incentivi inizierà a fine 2019, per un totale di 30 euro a bambino.” Questo quanto dichiarato dal ministro, ma che a Gennaio 2020 non si è ancora concretato.

Aggiornamento del 28/01/2020: confermata la data di erogazione bonus

Confermate le modalitá per ottenere bonus e rimborsi di 30 euro, confermate con un decreto firmato dalla ministra De Micheli.


Come ottenere il bonus

Il bonus si ottiene solo registrandosi dal 20 febbraio su www.sogei.it o su www.mit.gov.it. Al momento non sono visibili le pagine d’iscrizione.

Leggi come ottenere il bonus il 21 febbraio 2020 >>

Come ottenere il rimborso

Chi ha già acquistato il dispositivo ha diritto al rimborso, sempre di 30 euro. Per ottenerlo dovrà iscriversi sul sito Sogei allegando copia del giustificativo di spesa e potrà farne richiesta fino a 60 giorni dal 20 febbraio (cioè fino al 20 aprile 2020).

Fondi erogati fino ad esaurimento

Lo Stato ha stanziato 20,1 milioni che verranno assegnati ai primi 670 mila richiedenti su 2,1 milioni di bambini potenziali.

Sanzioni

Le sanzioni per il mancato utilizzo di un dispositivo sono state sospese fino al prossimo 6 marzo. Prevista multa e decurtamento punti patente.

Se vuoi essere informato su informazioni e aggiornamenti relativi al Bonus iscriviti alla Newsletter: 

Il bonus è legato al bambino, persone che trasportano in auto i bimbi (per esempio nonne, zii, accompagnatori saltuari..) non potranno usufruire del bonus per l’acquisto di un dispositivo, secondo le indicazioni ministeriali. Invece i genitori potranno chiedere il bonus per ogni figlio minore di 4 anni.

Gli incentivi sono validi sia per i kit che per i seggiolini senza distinzione.  Fondamentale è conservare la ricevuta (sia cartacea che elettronica per gli acquisti on-line), fattura o scontrino d’acquisto per poter richiedere il rimborso della somma stabilita, quando sarà possibile farlo.

Su antiabbandonoauto.it informeremo  sulle modalità per ottenere i rimborsi appena verrà comunicato ufficialmente dal ministero.